I dati da lei inviati saranno trattati secondo la normativa vigente sulla privacy e non saranno ceduti a terzi

Non vi chiamo più servi... ma vi ho chiamato amici (Gesù)





Messaggio
Da un parroco di Roma è arrivato un messaggio "cristianamente bello" da pubblicare sulle nostre News. Eccolo: "Carissimi, come sapete, qui a Roma stiamo vivendo nell'ansia e nella preoccupazione per eventuali attacchi terroristici. Davanti alle chiese più importanti, ormai da mesi, ci sono soldati con il mitra... Un bambino romano, però, con la genialità dei piccoli, con la genialità del cuore, ha pensato di risolvere le cose in maniera cristiana. Questo bimbo ha deciso di adottare spiritualmente un terrorista! Offrirà tutti i suoi piccoli sacrifici e le preghiere per la conversione di questo suo fratello spirituale". Il parroco, commosso, ha esteso questa iniziativa anche agli altri bambini che hanno deciso di fare altrettanto. Vogliamo associarci anche noi? Adottiamo un terrorista? Offriamo tutti i nostri sacrifici, sofferenze quotidiane e le nostre preghiere per questo fratello che ha bisogno di Misericordia? Nell'Anno della Misericordia, questa è una gioia per il cuore di Dio, vederci ragionare e agire come fa Lui, con Misericordia e bontà!

Aggiunto: Novembre 28, 2015
Eliminare questa voce Risposta alla voce Indirizzo IP




Messaggio
"Ciò che sembrava la fine in realtà è un nuovo inizio". È proprio vero! Mercoledì 25 novembre, Claudio il papà di Nicolas Fogliati, figlio in cielo, chiedendo un permesso sul lavoro, ha incontrato gli alunni di 4F dell'Istituto Arte Bianca di Neive. Ha parlato loro dell'avventura di Nicolas, del senso della vita, del valore del tempo, delle cose essenziali che contano veramente...della fede che, soprattutto nell'elaborazione di un lutto com'è quello della perdita di un figlio giovane, è fondamentale per non cadere nel vuoto del nulla. Gli alunni hanno ascoltato con un'intensità unica, come assetati di quel "Qualcosa" che oggi trovano con sempre maggior difficoltà. Un esempio che vale per tutti. In quella classe più situazioni famigliari, sono contrassegnate da lutti difficili da elaborare, specialmente perché avvenuti nell'età delicata della fanciullezza e problematica dell'adolescenza. Un alunno di questi, terminato l'incontro, si è alzato spontaneamente, si è diretto verso Claudio, gli ha allugato la mano e stringendola forte, fissandolo negli occhi, gli ha detto: "Grazie!". Veramente il gruppo "Maria Porta del Cielo", si mostra sempre di più un'Alba nuova. Grazie Claudio per questa ventata di evangelizzazione.

Aggiunto: Novembre 28, 2015
Eliminare questa voce Risposta alla voce Indirizzo IP




Messaggio
Domenica 8 novembre presso il Santuario di Montenero in Livorno si è tenuto il Cenacolo GAM interregionale dei gruppi Nord Italia. Dall'alto del Santuario dedicato alla Madonna delle Grazie, patrona della Toscana , si gode di una vista spettacolare sulla città ; una giornata di splendido  sole e di gioia vissuta  nello spirito del Movimento e come sempre occasione di incontri e scambi sulle esperienze vissute nel corso dell'estate .Nell'imminenza del Giubileo straordinario della Misericordia, il Cenacolo tenuto da don Eligio ha avuto come tema la parabola del Padre Misericordioso  "Suo Padre lo vide, ebbe compassione, gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò" (Lc.15, 4-32). Dopo gli adulti hanno ascoltato le testimonianze (Gam Toscana: esperienze di evangelizzazione in carcere; Gam Torino: adottare un figlio down;  Gam Liguria: condividere una esperienza famigliare particolarmente dolorosa; Gam Alba:  la nostra  famiglia nata da un incontro nel Movimento), mentre i giovani hanno vissuto un incontro con don Eligio per conoscersi meglio. La giornata si è infine conclusa nel meraviglioso Santuario con un'ora e mezza di adorazione e confessioni (grazie ai nostri cari e infaticabili sacerdoti don Eligio, don Salvatore e Padre Romolo)  e la Santa Messa, questo condiviso con tutti i pellegrini del Santuario che hanno dimostrato gradimento nell'unirsi alla nostra giornata. Grazie di cuore al GAM Toscana che ha organizzato l'evento con tanto entusiasmo , un entusiasmo che solo la fede in Gesù ed il desiderio di diffondere la Sua Parola possono dare.  Il prossimo appuntamento è per l'incontro Nazionale.

Aggiunto: Novembre 25, 2015
Eliminare questa voce Risposta alla voce Indirizzo IP




Messaggio
“Il mio bene è stare vicino a Dio: nel Signore Dio ho posto il mio rifugio” (Sal. 72,28)

Dalla parrocchia di Mango ci giunge una notizia che rallegra il nostro cuore . Amici presenti all’ incontro ci hanno scritto :
“Sabato 14 novembre un gruppo di fedeli si è ritrovato per pregare nella cappella feriale di Mango dando inizio ad un nuovo gruppo di preghiera per adulti. Ha aperto l’incontro la coroncina della Divina Misericordia, pregata per tutte le vittime dell’attentato terroristico di Parigi. Poi la preghiera in stile GAM del Salmo 72 ci ha aiutato a comprendere ancora meglio cosa significa avere il dono della fede, soprattutto quando la prova bussa alla porta di casa nostra. Il Santo Rosario infine ha dato le ali a tanti sentimenti che erano nel cuore. Nell’ ultima decina, prima dell’ Ave Maria, ciascuno ha risposto a questa domanda : Che cosa porti a casa dopo questo incontro? La risposta è stata: la gioia, con la speranza che il tempo passi velocemente per ritrovarci ancor più numerosi il secondo sabato di dicembre.”
La Chiesa pregherà GAM, diceva il nostro iniziatore don Carlo De Ambrogio , intendendo con questo dire che che lo stile di preghiera GAM attraverso la Parola di Dio avrebbe portato nella Chiesa il soffio dello Spirito che “soffia dove vuole …..e tu non sai da dove viene“ (cfr.Gv.3,8) . Grazie a don Eligio , parroco di Mango e assistente diocesano del GAM , che ha dato concretezza alle intuizioni del primo animatore portando nella Chiesa albese la ricchezza di un carisma, dono straordinario di Dio per alimentare la nostra fede.


Aggiunto: Novembre 23, 2015
Eliminare questa voce Risposta alla voce Indirizzo IP




Messaggio
Venerdì 13 novembre la nostra cara amica Romana ha partecipato al gruppo giovanissimi della parrocchia di Canale, per parlare ai ragazzi della sua Paola, salita al cielo il 21 dicembre 1999 a seguito di un incidente stradale. Questo è stato un momento forte vissuto dal gruppo, un richiamo per tutti i presenti , un invito a non sprecare neppure un attimo del nostro tempo. L’ultimo giorno della sua vita Paola lo visse con grande intensità, lei non rimandava mai a domani ciò che poteva fare oggi e nel suo diario lasciò scritto “Bisogna essere felici perché la vita è adesso ed è fantastica!” .

Aggiunto: Novembre 23, 2015
Eliminare questa voce Risposta alla voce Indirizzo IP




Messaggio
“ Io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza “ (Gv.10,10). Una notizia bella e tanto attesa dal gruppo “ Maria Porta del Cielo” : mercoledì 11 novembre la nostra amica Manuela Benzi ha dato alla luce due gemellini e il papà Luciano Colombano con grande gioia ha così dato l’annuncio “ Ciao, oggi alle 16,36 sono nato io, Lorenzo e alle 16,37 sono nato io, Tommaso. Ciao a tutti”. Che prodigio ! Di questa meravigliosa notizia siamo molto felici e insieme alla sorellina Rebecca già in Paradiso affidiamo questi “nuovi fiori” al Cuore Immacolato di Maria.

Aggiunto: Novembre 23, 2015
Eliminare questa voce Risposta alla voce Indirizzo IP




Messaggio
Dal gruppo “Santa Maria Porta del Cielo”, testimonianze importanti per per vivere intensamente il mese di novembre dedicato ai defunti.

Nei giorni 2 e 5 novembre Silvana ed Italo e Silvia e Maria Teresa hanno incontrato due classi dell’ Istituto Arte Bianca di Neive per portare tre testimonianze molto forti che hanno aiutato gli alunni a riflettere seriamente sulla realtà della morte, soprattutto di giovani nel fiore degli anni, e sull’importanza di vivere questi momenti drammatici alla luce della fede. Dai loro racconti è emersa tutta la drammaticità della sofferenza per aver perso un figlio in giovane età, ma le loro parole sono state sempre illuminate dalla certezza che agli occhi di Dio nulla va perduto e tutto acquista significato e valore, riportandoci alla frase evangelica “ se il chicco di grano caduto a terra non muore, rimane solo; se invece muore porta molto frutto” (Gv.12,24). I ragazzi hanno ascoltato con attenzione vivissima e posto domande molto profonde ed impegnative


Aggiunto: Novembre 23, 2015
Eliminare questa voce Risposta alla voce Indirizzo IP




Messaggio
Domenica 8 novembre nonna Lucia ha raggiunto in cielo la figlia Graziella, mamma di Enrico . Tutto il Gam, ma specialmente il gruppo “Maria Porta del Cielo” si è stretto intorno a Renata ed Enrico nel ricordo di Lucia, Graziella, Daniela e Renato. Tutti insieme nella comunione dei Santi guideranno il loro cammino, in particolare proteggeranno Enrico. La famiglia GAM vi è vicina con preghiere ed affetto.

Aggiunto: Novembre 23, 2015
Eliminare questa voce Risposta alla voce Indirizzo IP




Messaggio
Amici che hanno lasciato questo mondo per tornare al Cielo

Lunedì 2 novembre, in Dogliani, Silvio Valletti, papà del nostro amico Gianluca è tornato alla Casa del Padre. La sua sofferenza donata al Signore è diventata “intercessione” per la sua famiglia. Tutto il GAM si unisce con affetto attorno ai cari amici Gianluca, Noemi, Alice, Irma e Daniele assicurando loro vicinanza spirituale e affetto sincero per alleviare il dolore nella cristiana speranza di ritrovare papà Silvio in Cielo!


Aggiunto: Novembre 23, 2015
Eliminare questa voce Risposta alla voce Indirizzo IP




Messaggio
“CHI SEGUE ME NON CAMMINA NELLE TENEBRE, MA AVRA’ LA LUCE DELLA VITA” (Gv.8,12)

Sabato 31 ottobre, come nostra consuetudine, abbiamo vissuto la Veglia dei Santi ad Alba, nella Chiesa dei Santi Cosma e Damiano in via Maestra, in comunione coi gruppi LA COMUNITA’ ed INFORMACRISTO e tanti semplici fedeli. Davanti al Santissimo esposto, attraverso canti e preghiere guidate, con sacerdoti disponibili per sacramento della gioia, è sempre un’emozione sentirsi amati da Gesù per quello che siamo, nella nostra povertà e semplicità. Durante la Veglia si è svolto il volantinaggio , punto forte del GAM; abbiamo evangelizzato in giro per la città con la vera gioia nel cuore, consapevoli che la Parola di Dio porta sempre molto frutto. E’ stata un’esperienza unica, tutta da vivere, il modo migliore per sentirsi vicini ai Santi che sono in cielo (in modo particolare abbiamo meditato sulla vita di San Massimiliano M. Kolbe e Suor Benedetta della Croce). Onorare e pregare per i nostri cari defunti, sentendo e vivendo concretamente la Comunione dei Santi, è fonte di consolazione ed incoraggiamento nel nostro pellegrinaggio terreno, e ci fa sentire ancora uniti a quanti ci hanno preceduto nella Casa del Padre. Al termine abbiamo pregato la Vergine Maria affidandole tutte le famiglie : “Vieni a noi, o Maria, degnati di abitare nelle nostre case, …….resta con noi : ti accogliamo con cuore di figli, indegni ma desiderosi di essere sempre tuoi, in vita, in morte e nell’eternità…..in questa casa sii Madre, Maestra e Regina…..e fa che un giorno tutti i membri di questa famiglia si ritrovino con te uniti in Paradiso”.


Aggiunto: Novembre 13, 2015
Eliminare questa voce Risposta alla voce Indirizzo IP
Powered by PHP Guestbook 1.7 from PHP Scripts
 
1 2 3 4 5 6 Dopo › Ultima »